Obblighi del Dlgs 81-08

La normativa che disciplina la materia della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro prevede l’istituzione all’interno di ogni azienda di un’organizzazione finalizzata a prevenire l’accadimento di infortuni o l’insorgenza di malattie professionali.

In cima a tale struttura è posto il Datore di Lavoro che, però, quasi mai si occupa personalmente della problematica in quanto la affida a terzi, quali ad esempio il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) o il Medico Competente, confidando nella loro gestione.

Tale scelta è conforme alla legge ma bisogna sottolineare che il RSPP e il Medico Competente, pur assolvendo egregiamente i loro compiti, normati rispettivamente dall’art. 33 e dall’art. 25 del D.Lgs. 81/08, non possono sostituirsi al Datore di Lavoro nell’adempimento di numerosi obblighi a loro in capo, obblighi disciplinati dall’art. 18 del D.Lgs. 81/08, che lo rendono il primo responsabile in caso di evento lesivo.

Oltre a ciò, il Datore di Lavoro deve porre in essere le innumerevoli misure generali di tutela di cui all’art. 15 del D.Lgs. 81/08.

In definitiva è oltremodo necessaria all’interno di un’organizzazione aziendale la presenza di una figura, con elevate competenze giuridiche specializzate nel settore della sicurezza sul lavoro (e non solo ingegneristiche), che possa consentire al Datore di Lavoro di assolvere tutti i propri obblighi in materia di sicurezza, gestendo le dinamiche quotidiane da questa scaturenti, al fine di tenerlo indenne da pesanti conseguenze di ordine penale e civile.

In particolare devono essere considerate anche le temibili sanzioni previste dal D.Lgs. 231/01 sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche che scattano in conseguenza di lesioni colpose gravi o gravissime o omicidio colposo in seguito della violazione delle norme antinfortunistiche.

La CEDA è in grado, dopo aver preso conoscenza della realtà aziendale in ordine alla sua complessità, dimensione ed identificazione dell’indice di fattori di rischio, di supportare in tal senso il Datore di Lavoro, garantendo una presenza periodica in azienda e svolgendo una continua attività di desk a cura di soggetti in possesso di elevati requisiti di competenza ed esperienza.

Di conseguenza si suggerisce, a livello preliminare e a titolo gratuito, un colloquio con il Datore di Lavoro al fine di verificare le esigenze e proporre soluzioni mirate.